Vorrei sapere perché. Una mostra su Ettore Sottsass

6 dicembre 2007 / 2 marzo 2008

“Io penso ad una mostra piccola ma molto emozionante; mi piacerebbe che uscissero piangendo, cioè con un’emozione”. Ed è con questa emozione nel cuore che il nostro Studio si è impegnato nella promozione della mostra sul territorio occupandosi dell'ufficio stampa per il FVG, del coinvolgimento di tutti gli attori interessati e organizzando le visite guidate per architetti, appassionati d'arte, curiosi e studenti delle scuole superiori, delle scuole di design e dell'Università.

Ideata e curata da Alessio Bozzer, Beatrice Mascellani e Marco Minuz dell'Associazione Culturale Terredarte e co-promossa da Comune di Trieste e Fondazione CRTrieste, la mostra - unica mostra italiana per i novanta anni del Maestro - ha raccolto le molte esperienze di Sottsass, indagate sul filo di una essenziale raccolta di opere disposte in sette aree tematiche: disegno industriale (design), architettura, fotografia, gioiello, disegno, ceramica ed infine vetro, le cosiddette delicatessen, come  Gillo Dorfles le ha definite dopo aver visionato il progetto.

Ettore Sottsass ha trascorso la sua vita ad osservare e raccogliere, osservare e fotografare, osservare e disegnare, osservare e ricordare, osservare e trascrivere. Il suo mondo, il suo modo di progettare, la poesia e il mistero di questo artista, si svelano poco a poco lungo un percorso espositivo emozionale, all’interno degli splendidi spazi dell’ Ex Pescheria di Trieste. Ne sono filo conduttore i suoi bellissimi scritti. E’ attraverso questi scritti che la mostra affronta la lettura della produzione artistica ed intellettuale del maestro. Più di 100 opere, provenienti da collezioni private e archivi, molte delle quali mai esposte prima d’ora. Parole, immagini ed oggetti, silenzio e colore, per capire lo straordinario lavoro di un maestro del nostro tempo.

www.terredarte.org