Nitrire al Pianeta - Marco Cavallo all'Expo

Expo - l'evento che in assoluto ha portato l'Italia all'attenzione mondiale - da luglio a ottobre, ha ospitato all'interno del Padiglione KIP International School Marco Cavallo. Lottare per l’abolizione di tutte le Istituzioni totalizzanti che ancora esistono nel mondo, per costruire sistemi di welfare capaci di accogliere tutti; “nitrire” al Pianeta per dire a tutti che “nutrire” il Pianeta non sia aumentare l’esclusione. Creatività, realizzazione e coordinamento del progetto, eventi e ufficio stampa sono stati curati dal nostro Studio.

Lottare per l’abolizione di tutte le Istituzioni totalizzanti che ancora esistono nel mondo, per costruire sistemi di welfare capaci di accogliere tutti; “nitrire” al Pianeta per dire a tutti che “nutrire” il Pianeta non sia aumentare l’esclusione. È per portare questi messaggi che Marco Cavallo, il grande cavallo azzurro alto quasi 4 metri che nel 1973 a Trieste ruppe i muri del manicomio dando il via all'inarrestabile processo di cambiamento e alla Legge 180 e diventato storia della libertà riconquistata dagli internati e della possibilità che le persone hanno di realizzare i propri desideri, si è presentato all’Expo a partire da luglio a ottobre 2015. 

Nitrire al Pianeta” è un progetto organizzato da un gruppo di lavoro formato da KIP International School - un'organizzazione internazionale creata, con l’appoggio della Presidenza dell’Assemblea dell’Onu- e da Copersamm - Conferenza permanente per la Salute Mentale nel Mondo Franco Basaglia, grazie al sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. 

Creatività, realizzazione e coordinamento del progetto, eventi e ufficio stampa sono stati curati dal nostro Studio.

Clicca qui per approfondimenti sul progetto