808 Km non stop sulla bicicletta, oltre i propri limiti

Sabato 23 aprile parte la Race across Italy, gara di ultracycling: tra i partecipanti anche Gianpiero Klancic. Noi crediamo nella sua avventura e oltre ad averlo sostenuto con l'ufficio stampa della sua impresa, vogliamo anche fargli un grosso in bocca al lupo!

Partirà, domani, sabato 23 aprile la quarta edizione della Race Across Italy, la gara italiana di ultracycling: 808 km non stop e 9.000 mt di dislivello, 3 regioni attraversate e due tagli dell’Appennino, con partenza e rientro a Silvi (TE), anche prova di qualificazione per la famosa Race Across America (RAAM).
Tra i 51 partecipanti ci sarà anche il monfalconese Gianpiero Klancic, che ad agosto parteciperà alla Race Around Austria Extreme (2.200 km con 30.000 m di dislivello) per poi affrontare il prossimo anno proprio la RAAM. Gara nella categoria Solo per Klancic, che si pone l’obiettivo di concludere il percorso in 30 ore.
Classe 1966, Gianpiero è un uomo che ha sempre fatto dello sforzo fisico un modello di vita, capace di mettersi alla prova con determinazione e caparbietà. Il suo pedalare nella fatica di un sogno, lo porta al centro di un sacrificio primordiale: arrivare oltre sé stesso. Una disciplina quella dell'ultracycling che è la nuova frontiera del ciclismo fatto di ultradistanze, dove la gestione della notte, della fatica, degli approvvigionamenti, oltre alla distanza da percorrere fanno la differenza rispetto alle gare “tradizionali”.
La gara si può seguire grazie al live tracking su: www.tractalis.com